Domenica, Febbraio 25, 2018

Italian English French German Portuguese Russian Spanish

I NUOVI STRUMENTI DI SOSTEGNO FINANZIARIO ALLE PMI - TARANTO, 26 MARZO 2010

Società di Garanzia fra commercianti e Ordine dei Dottori commercialisti ed Esperti contabili Taranto, con la segreteria tecnica di Confcommercio Imprese per l'Italia Taranto hanno organizzato per il 26 marzo prossimo l'incontro seminariale "LA MANOVRA ANTICRISI DELLA REGIONE PUGLIA: I NUOVI STRUMENTI DI SOSTEGNO FINANZIARIO ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE".

I lavori si terranno nell'Hotel Mercure Delfino di Taranto il prossimo 26 marzo, con inizio alle 16.00.

Registrazione dei partecipanti dalle ore 15.30.

TURISMO: CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE

"Interventi per l'ampliamento dell'offerta turistico ricettiva"

E' stata pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 53 del 19 marzo 2010 la deliberazione di Giunta n. 604 del 3 marzo 2010 che stabilisce per i soggetti beneficiari delle agevolazioni di cui al Regolamento Regionale n.22 del 6 aprile 2005 "Interventi per l'ampliamento dell'offerta turistico ricettiva della Regione Puglia",

la possibilità di richiedere la conversione del contributo in conto interessi in contributo in conto capitale.

 

Fonte: sistema.puglia.it

I NUOVI STRUMENTI DI SOSTEGNO FINANZIARIO ALLE PMI - TARANTO, 26 MARZO 2010

Società di Garanzia fra commercianti e Ordine dei Dottori commercialisti ed Esperti contabili Taranto, con la segreteria tecnica di Confcommercio Imprese per l'Italia Taranto hanno organizzato per il 26 marzo prossimo l'incontro seminariale "LA MANOVRA ANTICRISI DELLA REGIONE PUGLIA: I NUOVI STRUMENTI DI SOSTEGNO FINANZIARIO ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE".

I lavori si terranno nell'Hotel Mercure Delfino di Taranto il prossimo 26 marzo, con inizio alle 16.00.

Registrazione dei partecipanti dalle ore 15.30.

ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI

Più semplice l'accesso al credito per le piccole e medie imprese con le garanzie dei Consorzi Fidi e le Cooperative di garanzia.
La Regione Puglia ha messo a disposizione del sistema dei Consorzi di Garanzia 50 milioni di euro destinati ad agevolare le piccole e medie Imprese pugliesi rendendo più semplice l'ottenimento di finanziamenti da parte degli istituti bancari.
Da oggi le piccole e medie imprese hanno a loro disposizione anche le garanzie attivate grazie all'Avviso a favore di Cooperative di Garanzia e Consorzi Fidi per la dotazione di fondi rischi. Si tratta di 50milioni di euro capaci di mobilitare prestiti per 1miliardo.
Sono otto le Cooperative e i Consorzi Fidi destinatari delle risorse:

  • Co.Fidi Puglia
  • L'artigiana Cooperativa artigiana di Garanzia di Lecce
  • la Cooperativa artigiana di Garanzia di Bari
  • Artigianfidi Società cooperativa
  • Società di Garanzia fra Commercianti
  • CNA Cooperativa artigiana di Garanzia di Credito
  • Fidindustria Puglia
  • Cofidi Commercianti di Capitanata Società cooperativa

e coinvolgono 33.402 imprese aderenti.
Le aziende interessate dovranno inoltrare la richiesta direttamente alle Cooperative di Garanzia e ai Consorzi Fidi che attraverso la procedura on line attivata dal portale www.sistema.puglia.it, generano il modulo della domanda e verificano, grazie al sistema, che il tetto massimo consentito dall'incentivo non sia superato. Se la richiesta è ritenuta ammissibile, viene inoltrata alle banche che aprono l'istruttoria. Dopo la concessione del prestito il Confidi attiva la garanzia che può coprire fino all'80% dell'investimento che a sua volta non può superare il milione e mezzo di euro.
Grazie all'avvio di questo bando le imprese piccole e piccolissime potranno accedere più facilmente sia al Titolo II che all'avviso Start up perché la concessione di garanzie da parte dei Confidi aprirà le porte del credito anche ai soggetti economicamente più deboli.
Così la Regione ha integrato l'architettura della manovra anticrisi rendendo disponibile ogni strumento di agevolazione per le aziende più piccole che oggi rappresentano più del 99% del totale delle imprese.

Fonte: www.sistema.puglia.it

INCENTIVI, SCAJOLA: RIPRESA LENTA E INTERMITTENTE PER QUESTO È NECESSARIO SOSTENERE LA PRODUZIONE

Roma, 19 marzo 2010 - “Il dato Istat sull’aumento del 2,7% del fatturato

dell’industria in gennaio conferma che la ripresa è iniziata, ma il calo degli ordinativi

del 2,8% sempre in gennaio ci dice anche che la ripresa è lenta e intermittente. E’

dunque necessario sostenere la ripresa per centrare l’obbiettivo della crescita del Pil

dell’1-1,2% quest’anno. Per questo abbiamo varato questa mattina in Consiglio dei

Ministri il decreto che stanzia 420 milioni per sostenere il sistema produttivo”. Così il

Ministro dello Sviluppo economico Claudio Scajola ha commentato i dati diffusi oggi

dall’Istat.

“Il decreto prevede incentivi ai consumi per 300 milioni, sgravi fiscali per 70 milioni

al settore tessile e altri interventi per 50 milioni a sostegno della cantieristica navale,

delle alte tecnologie dell’aerospazio, dell’emittenza radiotelevisiva locale. Tutti gli

interventi hanno l’obbiettivo di migliorare l’ecosostenibilità ambientale, di premiare

l’innovazione e la sicurezza sul lavoro. E a chi si ostina ad affermare che il Governo

non fa abbastanza per l’innovazione, ricordo che proprio nei giorni scorsi abbiamo

concluso la selezione del bando di Innovazione industriale su “Nuove tecnologie per

il Made in Italy” che distribuirà 280 milioni di incentivi a 104 progetti innovativi

presentati da 745 imprese e 305 centri di ricerca”.

 

Fonte: Ministero Sviluppo Economico

 

 

 

SVILUPPO, I FONDI COMUNITARI PER FAR CRESCERE LA TERRA IONICA

Infrastrutture, cultura, turismo, pesca. Per finanziare questi quattro assi portanti per lo sviluppo della Terra Ionica, la Provincia di Taranto pensa soprattutto ai fondi comunitari. Idee e progetti sono stati illustrati questa mattina dal presidente dell’Amministrazione provinciale Gianni Florido e dagli assessori Umberto Lanzo e Costanzo Carrieri, titolari, rispettivamente, delle deleghe alle Politiche comunitarie e ai Lavori pubblici.
“Insieme ai comuni abbiamo affrontato immediatamente il problema della erosione delle coste – ha affermato proprio l’assessore Lanzo – consegnando alla Regione Puglia la documentazione necessaria per accedere ai finanziamenti e porre così rimedio a questo grave fenomeno. La competenza non è nostra, ma come Provincia ci siamo subito attivati per coordinare l’azione dei comuni; in quest’ottica, guardiamo con favore ad alcuni programmi europei a finanziamento diretto come quello denominato Life. Proteggere le nostre coste, quindi, per rilanciare le nostre ambizioni turistiche”.
Un altro dato che fa riflettere gli amministratori provinciali è la mancanza dei servizi primari di acqua e fogna che interessa l’87% del territorio costiero del versante orientale della provincia. Gli assessori Lanzo e Carrieri anche in questo caso pensano di sfruttare tutte le risorse comunitarie disponibili, dall’Area Vasta al programma obiettivo per gli anni 2007/2013, per migliorare complessivamente il sistema infrastrutturale.
Terzo capitolo, la pesca. La Provincia di Taranto è infatti impegnata nella costituzione del cosiddetto Gac, Gruppo di azione costiera Terra Jonica, per sfruttare i circa 2 milioni di euro che verranno stanziati dal fondo europeo per la pesca. In questa fase, a supportare gli assessori alle Politiche comunitarie e all’Agricoltura è l’Unci-Pesca Puglia. “Taranto – ha sottolineato ancora l’assessore Umberto Lanzo – rappresenta la più importante area di produzione al mondo di mitili allevati, con una stima approssimativa di 30mila tonnellate l’anno per un comparto che conta circa 1300 addetti”.
Infine, la civiltà rupestre. L’Amministrazione guidata da Florido fa parte dell’Associazione delle Province dell’arco Adriatico-Jonico che si propone di valorizzare le gravine e gli insediamenti rupestri. Anche su questo versante, l’idea è quella di attingere a piene mani ai fondi europei nell’ambito del programma comunitario Ipa.

Fonte: Provincia Taranto

A TARANTO SI CONFERMA L'OSPITALITÀ ITALIANA - 23/03/2010

Anche quest'anno la Camera di Commercio di Taranto premia la qualità, certificando 42 strutture con la Q dell'Ospitalità italiana. Il giorno 23 marzo alle ore 17.00 presso gli uffici camerali, le stesse verranno insignite di attestato di certificazione e vetrofania, attestanti la qualità delle strutture della Provincia.

Fonte: Isnart

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione