Domenica, Febbraio 25, 2018

Italian English French German Portuguese Russian Spanish

BANDO PER LA CONCESSIONE DEI CONTRIBUTI REGIONALI PER L'IMPIANTISTICA SPORTIVA ANNO 2010

Il prossimo 28 Febbraio 2010 scade il termine per la presentazione delle domande per accedere ai contributi che saranno assegnati alla Provincia di Taranto per la corrente annualità.

Le risorse finanziarie conferite  alla Provincia di Taranto per l’annualità 2010 saranno così ripartite:

 a)    per il 65 % tra i soggetti di cui all’art. 8 – comma 1 – della L.R. 33/2006 (Enti locali);

 b)   per il restante 35% tra i soggetti di cui all’art. 8 – comma 1 – lettere b), c), d), e) ed f) della medesima Legge Regionale (Organismi privati).

Il sostegno economico  è indirizzato alla realizzazione di nuovi punti sport (playground) in varie aree pubbliche e private della città e suoi dintorni  che consentano ai più giovani di praticare liberamente, da soli o con amici, sport all’aria aperta.

I “punti sport” dovranno essere dedicati alle seguenti attività:

  •  campo di calcio in terra battuta o in erba artificiale;
  • campetti da pallacanestro con 1 o 2 canestri;
  • aree attrezzate con tavoli da tennistavolo;
  • aree ludiche per gioco-sport;
  • piste ciclabili per BMX, mountain bike o cross;
  • aree per skate o pattinaggio;
  • percorsi salute con attrezzature per attività ginnica all’aperto.

Le specifiche tecniche proprie di tali tipologie impianti possono essere rilevate dal Catalogo Punti Sport redatto dalla Regione Puglia.

Non saranno ammessi al finanziamento interventi di adeguamento e/o recupero di opere già esistenti, né progetti che prevedano un costo inferiore ad € 30.000,00.

I contributi in conto capitale saranno così concessi :

·         nella misura massima del 50 per cento del costo dell’opera o della spesa ritenuta ammissibile  ai soggetti di cui alla lettera a);

·         nella misura massima del 60 per cento  del costo dell’opera o della spesa ritenuta ammissibile ai soggetti di cui alla lettera b).

In entrambi i casi non può essere superato il tetto massimo di euro 50.000,00.

Non sarà, quindi, possibile prendere in considerazione richieste di finanziamento dell’intera opera.

Eventuali chiarimenti al riguardo potranno essere richiesti al n. 099/4587276 dalle ore 9,00 alle ore 13,00 di tutti i giorni ad esclusione del sabato e della domenica.

N.B. Non potranno beneficiare del contributo in conto capitale i soggetti a cui è stato assegnato un finanziamento nell’anno precedente, né potranno essere ammesse  ai contributi opere già realizzate prima della data di presentazione dell’istanza.

 

 

E' possibile scaricare il testo del bando sul portale : www.provincia.taranto.it

Ufficio responsabile: Settore Pubblica Istruzione - Turismo e Sport

tel. 099/4587276 - fax 099/4587261

mail:elena.tripaldi@provincia.ta.it

 

LA REPUBBLICA BARI - REGIONE, SOLDI ALLE IMPRESE CHE ASSUMONO

L' Assessorato al Lavoro della Regione Puglia ha licenziato la determina che comporta il varo di un bando per 12 milioni di euro destinati ai lavoratori come conseguenza delle scelte fatte dalla giunta con la delibera "Welfare to Work" dello scorso dicembre. Il bando si pone due obiettivi: contribuire alle assunzioni a tempo indeterminato da parte delle imprese di lavoratori svantaggiati come ad esempio i cassintegrati o i disoccupati da oltre 24 mesi grazie a un finanziamento straordinario della Regione di 12.000 euro a nuovo assunto, contributo che potrà arrivare a 14.000 e per chi avrà un`età superiore ai 45 anni nell'ottica di favorire la ricollocazione di lavoratori vittime dei proccssi di ristrutturazione aziendali; contribuire alla riqualificazione degli stessi lavoratori attraverso un contributo regionale da 1500 a 4500 euro come dote formativa all'adattamento delle competenze degli assunti. Le domande delle imprese, a partite dalla pubblicazione sul Burp Puglia, dovranno pervenire agli uffici del Servizio Politiche del Lavoro delle rispettive Province entro il 15 ottobre. Saranno infatti le Province, nell'ambito del decentramento dei poteri che la Regione ha loro attribuito, a valutare Ie domande e la valutazione procederà mese per mese in modo da dare risposte concrete alle richieste pervenute ogni 30 giorni. La graduatoria finale mensile sarà infine approvata dalla Rcgione con Ia verifica delle disponibilità finanziarie. ll bando contiene il richiamo esplicito al regolamento applicativo della legge 28/06 di contrasto al lavoro irregolare, regolamento che prevede la revoca parziale o totale del finanziamento in caso di violazione del Contratto Nazionale di Lavoro da parte dell'impresa beneficiaria. Nei prossimi giorni l`Assessorato completerà le politiche di welfare to work con l'emanazione di altri due bandi, uno per l'autoimpiego dei lavoratori che si mettono in proprio e l`altro con i corsi di formazione professionale che prevedono l'integrazione del reddito dei cassaintegrati e dei disoccupati.

Da "la Repubblica Bari"

REGIONE, SOLDI ALLE IMPRESE CHE ASSUMONO

L' Assessorato al Lavoro della Regione Puglia ha licenziato la determina che comporta il varo di un bando per 12 milioni di euro destinati ai lavoratori come conseguenza delle scelte fatte dalla giunta con la delibera "Welfare to Work" dello scorso dicembre. Il bando si pone due obiettivi: contribuire alle assunzioni a tempo indeterminato da parte delle imprese di lavoratori svantaggiati come ad esempio i cassintegrati o i disoccupati da oltre 24 mesi grazie a un finanziamento straordinario della Regione di 12.000 euro a nuovo assunto, contributo che potrà arrivare a 14.000 e per chi avrà un`età superiore ai 45 anni nell'ottica di favorire la ricollocazione di lavoratori vittime dei proccssi di ristrutturazione aziendali; contribuire alla riqualificazione degli stessi lavoratori attraverso un contributo regionale da 1500 a 4500 euro come dote formativa all'adattamento delle competenze degli assunti. Le domande delle imprese, a partite dalla pubblicazione sul Burp Puglia, dovranno pervenire agli uffici del Servizio Politiche del Lavoro delle rispettive Province entro il 15 ottobre. Saranno infatti le Province, nell'ambito del decentramento dei poteri che la Regione ha loro attribuito, a valutare Ie domande e la valutazione procederà mese per mese in modo da dare risposte concrete alle richieste pervenute ogni 30 giorni. La graduatoria finale mensile sarà infine approvata dalla Rcgione con Ia verifica delle disponibilità finanziarie. ll bando contiene il richiamo esplicito al regolamento applicativo della legge 28/06 di contrasto al lavoro irregolare, regolamento che prevede la revoca parziale o totale del finanziamento in caso di violazione del Contratto Nazionale di Lavoro da parte dell'impresa beneficiaria. Nei prossimi giorni l`Assessorato completerà le politiche di welfare to work con l'emanazione di altri due bandi, uno per l'autoimpiego dei lavoratori che si mettono in proprio e l`altro con i corsi di formazione professionale che prevedono l'integrazione del reddito dei cassaintegrati e dei disoccupati.

Da "la Repubblica Bari"

NUOVO STRUMENTO DI MICROFINANZIAMENTO PER OCCUPAZIONE E INSERIMENTO

Il Parlamento Europeo ha adottato con 511 voti contro 95 e 11 astensioni, il compromesso raggiunge il 3 luglio scorso sul nuovo strumento di microfinanziamento a favore dell'occupazione e dell'inclusione (strumento di microfinanziamento PROGRESS), che firma così l'accordo ottenuto il 2 febbraio su quest'argomento dai deputati della commissione per l'occupazione e degli affari sociali del PE, la Commissione europea ed il Consiglio. Il Consiglio occupazione, affare sociali, salute e consumatori (EPSCO) si pronunceranno su argomento nella sessione dell'8 marzo a Bruxelles.
Esprimendosi a Strasburgo dopo il risultato del voto, il commissario all'occupazione, agli affari sociali ed all'inclusione, Laszlo Andor, in particolare si è congratulato con il Parlamento Europeo ed il Consiglio per gli sforzi che hanno fatto perché questo compromesso sia adottato in prima lettura. "Questo voto apre la via per l'adozione di questo nuovo strumento di microfinanziamento a favore dell'occupazione e dell'inclusione. Questo strumento è una vera boa di salvataggio per le persone in sofferenza in seguito alla crisi e le aiuterà a trovare nuove occupazioni (….) e i piccoli imprenditori, che hanno difficoltà d'accesso ai crediti, a creare la loro piccola società e di realizzare così le loro ambizioni", ha dichiarato il commissario Andor.
Per Laszlo Andor, quest'approvazione rapida dimostra "la necessità di ristrutturare il settore finanziario per integrare iniziative a favore dei meno abbienti" e, allo stesso tempo, il nuovo strumento permetterà di rilanciare lo spirito imprenditoriale in Europa e l'economia sociale.

Strasburgo 11 febbraio 2010

MISSIONE IMPRENDITORIALE IN GRECIA

Promofirenze, membro della rete europea Enterprise Europe Network, in collaborazione con il sistema delle Camere di Commercio italiane ed il patrocinio di Unioncamere, coordina una missione imprenditoriale multisettoriale in Grecia. La missione avrà luogo ad Atene, capitale e principale centro d’affari e commerciale del Paese, dal 19 al 20 aprile 2010.

I settori interessati dalla missione sono:

·      moda (abbigliamento, accessori, calzature)

·      design (design interno/esterno)

·      arredamento

·      ambiente ed energia

·      agroalimentare

·      farmaceutico/sanitario.

Per le aziende interessate, la Camera di Commercio Italiana ad Atene realizzerà gratuitamente una preverifica sul profilo di cooperazione per comprendere se la propria offerta commerciale/industriale possa essere d’interesse per le potenziali controparti locali.

In caso di esito positivo, l’azienda potrà valutare la propria partecipazione. Successivamente la Camera di Commercio Italiana ad Atene si attiverà per la ricerca di partner e la predisposizione di un’agenda di incontri personalizzati. La quota di partecipazione per ogni azienda è di 700,00 euro +IVA.

L’importo include:

·      organizzazione di incontri bilaterali sulla base di un’agenda personalizzata di incontri consegnata in anticipo

·      assistenza in loco di personale specializzato

·      servizio di interpretariato (non esclusivo)

·      vitto nelle giornate degli incontri.

La quota non comprende il viaggio e l’alloggio.

Per aderire, è necessario inviare il proprio company profile compilato via fax entro il 25 febbraio 2010.

Per informazioni

Promofirenze

Elena Tarquini

Tel +39 055 2671642

E-mail elena.tarquini@promofirenze.com

 

Giacinto Bosco

Tel +39 055 2671504

E-mail giacinto.bosco@promofirenze.com

 

Fonte: Promofirenze

L'ITALIA TURISTICA A MADRID PER FITUR

Secondo i dati 2008, l’Italia è il terzo Paese preferito dai turisti spagnoli e terza tra le destinazioni più visitate del vecchio continente. In occasione dello svolgimento della FITUR-Feria Internacional de Turismo, in programma dal 20 al 24 gennaio 2010, a Madrid, l'ENIT-Agenzia allestirà uno stand Italia da 500 metri quadrati, nel quale saranno ospitate le Regioni partecipanti alla manifestazione. L'Agenzia con il suo contributo, ha concorso fortemente in questi decenni allo sviluppo di una manifestazione che compie trent'anni e che, ad oggi, rappresenta per gli operatori un appuntamento da non mancare. La Fiera nell'edizione 2009 ha registrato oltre 220.000 visitatori. Ma, soprattutto, ha contribuito a far crescere il favore dell'immagine turistica dell'Italia sul mercato spagnolo tanto che, secondo i dati della OMT, nel 2008 si è posizionata al terzo posto, dopo Francia e Spagna, tra le destinazioni più visitate del vecchio continente, ma è stato anche il terzo Paese preferito dai turisti spagnoli. Nonostante la crisi economica globale, nei primi sette mesi del 2009, i viaggi in outgoing degli spagnoli sono cresciuti del 6,9% rispetto allo stesso periodo del 2008. Confortata da questi numeri, l'ENIT si presenterà alla manifestazione madrilena con un'offerta italiana rinnovata e competitiva. Insieme ai programmi di valorizzazione del patrimonio artistico-culturale particolare attenzione sarà rivolta alle risorse naturali e ambientali del Paese, alla promozione dei 22 Parchi nazionali e delle 25 Aree Marine Protette distribuite su tutta la Penisola.

 

Fonte: ItalPlanet news

L’ITALIA DELLE ECCELLENZE ALL’EXPO DI SHANGHAI 2010

Il Padiglione italiano, che verrà inaugurato nel prossimo mese di maggio, sarà dedicato a “La Città dell’Uomo - L’arte di vivere all’Italiana”

Saper unire tecnologia avanzata e design, trovare una sintesi tra abilità e sapienza artigianale, integrare al meglio cultura del cibo e territorio, arte e scienza, storia e futuro. Sono questi i punti di forza de “La città dell’uomo - L’arte di vivere all’Italiana”, il Padiglione con cui l’Italia si racconterà al mondo in occasione dell’Expo di Shanghai 2010. La prossima esposizione universale, dedicata al tema “Better city, Better life”, si svolgerà nella megalopoli cinese dal 1 maggio al 31 ottobre 2010.

Una “Città dell'Uomo”, quindi, dove i concetti di “Better City” e “Better Life” troveranno un terreno comune di dialogo attraverso l'ingegneria e l'urbanistica sostenibile, le infrastrutture ecologiche, e l'architettura, il restauro e i progetti di welfare sociale; ma anche attraverso alcune punte di eccellenza nostrane come la cura del corpo, la moda, il cibo e la cultura. Una vera e propria città in miniatura, a cui è stato indispensabile trovare un modello “narrativo” unitario che sapesse raccontare al meglio il nostro Paese, individuando i motivi profondi della propria originalità con una particolare attenzione alla qualità della vita - vivere all’italiana. Ecco perché ad accogliere i visitatori del Padiglione italiano, oltre a tutta una serie di avvenimenti e spettacoli in itinere - sarà una ricostruzione del fronte scenico del teatro Olimpico di Vicenza, opera di Andrea Palladio. Una sorta di passaggio simbolico e suggestivo verso il cuore del Padiglione che illustrerà, con una serie di stanze ispirate dal leit motiv “vivere all’italiana”, il Paese e le sue capacità.

Ambienti nei quali verranno ospitati oggetti e realizzazioni universalmente riconoscibili come “italiani” - ad esempio il duomo del Brunelleschi, una Ferrari o una tuta Dainese - e altri meno riconducibili al nostro Paese ma che ne rappresentano momenti di eccellenza (prodotti dell’industria aerospaziale, della robotica e della domotica, progetti di mobilità sostenibile e di bio-edilizia). La modalità scelta per la mostra ricorda lo scenario di un film: carico di emotività, vivo e di forte impatto. Sensazione amplificata da una serie di led-wall verticali incassati nelle pareti che mostreranno in loop immagini in movimento dei paesaggi italiani. Si è pensato di coinvolgere non un architetto ma uno scenografo teatrale e cinematografico come Giancarlo Basili - autore delle scenografie di film come “L’Ultimo bacio” e “Il Caimano” - a cui è stato chiesto di creare le atmosfere per l'Italia contemporanea usando un linguaggio che non fosse al servizio di quanto esposto ma che a sua volta comunicasse un contenuto e che facesse parte della storia che il Padiglione vuole raccontare, con un obiettivo importante: affermare la credibilità e il dinamismo del Made in Italy, soprattutto in settori che sono sinonimo di “buon vivere”.

Perché come ha ricordato Riccardo Sessa, Ambasciatore dell'Italia in Cina, “i Cinesi guardano all’Italia con grande entusiasmo. Noi rappresentiamo il buon vivere. La partecipazione all’Expo 2010 può costituire per il nostro Paese l’occasione per superare alcuni stereotipi e dimostrare sul campo i risultati raggiunti per rispondere al meglio al fabbisogno delle comunità nell'immediato futuro”.

 

Fonte: Italplanet News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione