Giovedì, Gennaio 18, 2018

Italian English French German Portuguese Russian Spanish

ECHO ITALIA - SPRINT PUGLIA

 Si svolgerà dal 31 maggio al 2 giugno 2010, presso Palazzo Le Windsor a Montréal (Québec, Canada), la settima edizione di Echo Italia,l’evento annuale multisettoriale, di promozione del “made in Italy” in Canada. L’edizione 2010 dell’evento si svolgerà in concomitanza con alcuni eventi di promozione dei “Sistema Italia”, organizzati dall’Ambasciata Italiana in Canada, in occasione della Festa della Repubblica italiana.

La Regione Puglia prenderà parte all’evento con un proprio spazio espositivo istituzionale che presenterà ai visitatori i punti di forza del “Sistema Puglia”, sia in termini delle produzioni agroalimentari regionali di qualità, sia come patrimonio turistico e culturale. In collaborazione con la Camera di Commercio Italiana in Canada, verrà organizzato un vero e proprio “Spazio Puglia” in cui le aziende pugliesi interessate potranno promuovere ed esporre i loro prodotti di qualità e realizzare incontri business to business con i buyers ed operatori di settore canadesi selezionati.

La quota di partecipazione all’evento per le imprese pugliesi è di € 500 ad azienda, comprensiva di:

postazione di lavoro per l’esposizione dei prodotti e la realizzazione di incontri;

servizi di organizzazione incontri business to business;

servizi di interpretariato;

trasporto dei campioni di prodotti.

Rimangono a carico dei singoli partecipanti le relative spese di viaggio da/per l’Italia e le spese di alloggio.

 Le aziende interessate a partecipare devono contattare SPRINT Puglia ( per richiedere la scheda di adesione) ed inviare la relativa scheda di adesione via fax allo SPRINT Puglia ( 080 5759587), entro il 21 aprile 2010.

 

SPRINT Puglia - Regione Puglia

Area Politiche per lo Sviluppo Economico, il Lavoro e l' Innovazione

Sportello Regionale per l’Internazionalizzazione

Tel. + 39 080 5743103

Fax. + 39 080 5759587

e-mail : sprint@regione.puglia.it

ECHO ITALIA - SPRINT PUGLIA

 Si svolgerà dal 31 maggio al 2 giugno 2010, presso Palazzo Le Windsor a Montréal (Québec, Canada), la settima edizione di Echo Italia,l’evento annuale multisettoriale, di promozione del “made in Italy” in Canada. L’edizione 2010 dell’evento si svolgerà in concomitanza con alcuni eventi di promozione dei “Sistema Italia”, organizzati dall’Ambasciata Italiana in Canada, in occasione della Festa della Repubblica italiana.

La Regione Puglia prenderà parte all’evento con un proprio spazio espositivo istituzionale che presenterà ai visitatori i punti di forza del “Sistema Puglia”, sia in termini delle produzioni agroalimentari regionali di qualità, sia come patrimonio turistico e culturale. In collaborazione con la Camera di Commercio Italiana in Canada, verrà organizzato un vero e proprio “Spazio Puglia” in cui le aziende pugliesi interessate potranno promuovere ed esporre i loro prodotti di qualità e realizzare incontri business to business con i buyers ed operatori di settore canadesi selezionati.

La quota di partecipazione all’evento per le imprese pugliesi è di € 500 ad azienda, comprensiva di:

postazione di lavoro per l’esposizione dei prodotti e la realizzazione di incontri;

servizi di organizzazione incontri business to business;

servizi di interpretariato;

trasporto dei campioni di prodotti.

Rimangono a carico dei singoli partecipanti le relative spese di viaggio da/per l’Italia e le spese di alloggio.

 Le aziende interessate a partecipare devono contattare SPRINT Puglia ( per richiedere la scheda di adesione) ed inviare la relativa scheda di adesione via fax allo SPRINT Puglia ( 080 5759587), entro il 21 aprile 2010.

 

SPRINT Puglia - Regione Puglia

Area Politiche per lo Sviluppo Economico, il Lavoro e l' Innovazione

Sportello Regionale per l’Internazionalizzazione

Tel. + 39 080 5743103

Fax. + 39 080 5759587

e-mail : sprint@regione.puglia.it

UNA PIOGGIA DI SOLDI PER LE PICCOLE AZIENDE DEL DIVERTIMENTO

 L'assessorato comunale alle Politiche di Sviluppo Economico e per il Turismo di Barletta a fianco delle imprese del turismo. L'assessorato, infatti, sta promuovendo il bando della Regione Puglia, che mette a disposizione venticinque milioni di euro. I finanziamenti sono in favore delle imprese piccole e piccolissime che intendono investire per fornire servizi nel campo del turismo, della valorizzazione dei beni culturali e delle risorse ambientali.

Con questo bando, vengono agevolate soprattutto le micro e piccole imprese che realizzano investimenti per la gestione di approdi turistici, per il settore alloggi, per il noleggio di biciclette, d'imbarcazioni da diporto esclusi i pedalò, di altre attrezzature sportive e ricreative, di biancheria e vestiario, di attrezzature per manifestazioni e spettacoli. I finanziamenti vogliono agevolare inoltre le attività delle agenzie di viaggio e dei tour operator, di altri servizi di prenotazione e le imprese che organizzano convegni e fiere. Ma non solo: gli aiuti sono rivolti anche alle attività creative, artistiche e di intrattenimento, alle attività di biblioteche, archivi, musei, ai parchi di divertimento e tematici, alle discoteche, sale da ballo, night-club e simili, alla gestione di stabilimenti balneari...

 

Fonte: "La Gazzetta del Mezzogiorno"

ABI-AIFI: SIGLATO L’ACCORDO PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE

Promuovere studi e interventi congiunti di banche, operatori di private equity e venture capital per accelerare la crescita e migliorare la competitività delle imprese anche attraverso la quotazione delle imprese in Borsa, avviare iniziative di sensibilizzazione a livello locale sulle opportunità dell’uso del capitale di rischio. Questi i principali obiettivi dell’accordo L’Associazione Bancaria Italiana (ABI) e l’Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital (AIFI) hanno siglato un accordo con l’obiettivo di sostenere la crescita delle imprese tramite iniziative volte a sviluppare il mercato del private equity e più in generale l’investimento nel capitale di rischio delle imprese, anche in prospettiva della quotazione sui mercati. In una fase economica caratterizzata dall’esigenza di aumentare i livelli di capitalizzazione delle imprese, di sostenerne gli investimenti e i processi di crescita, ABI e AIFI considerano di particolare importanza e di utilità reciproca la collaborazione volta a favorire rapporti di sinergia tra finanziatori e operatori di private equity. L’accordo in particolare mira a promuovere analisi e forme di intervento congiunto di banche, operatori di private equity e venture capital facilitando tra l’altro lo scambio di informazioni. L’intesa è diretta anche a monitorare e valorizzare il ruolo delle banche nel private equity, ad avviare iniziative di sensibilizzazione a livello locale sulle opportunità derivanti dall’investimento nel capitale di rischio al fine di sostenere la crescita delle piccole e medie imprese e delle giovani aziende tecnologiche.

 “In un’ottica di diversificazione delle fonti di finanziamento e di accelerazione dei processi di crescita delle pmi, l’accordo con AIFI rappresenta un passo importante – ha commentato Giovanni Sabatini, il Direttore Generale dell’ABI - L’Associazione Bancaria, nell’ambito delle iniziative a sostegno della patrimonializzazione delle imprese, intende così valorizzare il ruolo delle banche italiane come finanziatori ed investitori nel capitale di rischio di società non quotate, continuando ad offrire un aiuto concreto ai settori produttivi anche in vista della quotazione in Borsa. L’accordo - ha continuato Sabatini – costituisce un elemento di continuità con altre iniziative promosse dall’ABI a sostegno del rafforzamento patrimoniale delle imprese, per accelerarne la crescita e migliorarne la competitività. Si pensi in particolare al Fondo italiano d'investimento per le pmi appena costituito, partecipato da soggetti pubblici e privati”. [ … ]

 

Comunicato Stampa ABI disponibile su www.sistema.puglia.it

SOSPESI I DEBITI DELLE PMI NEI CONFRONTI DELLE BANCHE

La Giunta regionale ha aderito all'Avviso comune per la sospensione dei debiti delle PMI verso il sistema creditizio, sottoscritto il 3 agosto scorso ed integrato con l'addendum del 23 dicembre tra il Ministero dell'Economia e delle Finanze, l'ABI e le altre Associazioni di rappresentanza delle imprese.

La Giunta ha poi disposto che l'adesione all'Avviso riguardi, nei limiti di applicabilità previsti, le iniziative di agevolazione gestite in cofinanziamento con il sistema bancario.
L' Esecutivo ha quindi disposto che, in conseguenza dell'adesione, la sospensione dei debiti delle PMI, anche per la quota regionale di cofinanziamento, avvenga secondo i termini, le condizioni e le modalità previste dall'Avviso.

Il testo dell'Avviso verrà pubblicato sul Bollettino Ufficiale.

 

Fonte: www.sviluppo.puglia.it

2010 - PROROGA PER IL VECCHIO MUD

L’entrata in vigore del modello elettronico della dichiarazione unificata per i rifiuti ha provocato l’insorgere di numerose proteste da parte delle categorie e degli enti interessati; per fronteggiare tale situazione, entro la fine della prossima settimana verrà pubblicato un provvedimento che consentirà l’utilizzo del modello classico e cartaceo del MUD. Il MUD cartaceo potrà essere utilizzato fino al passaggio definitivo sul nuovo sistema denominato Sistri (il sistema di tracciamento elettronico totale del ciclo dei rifiuti), interamente digitale, che entrerà in regime entro la metà di Agosto.

 

Fonte: Il sole 24 ore pag: 18

ENERGIA, LA PUGLIA CHIEDE TARIFFE RIDOTTE

"I pugliesi potrebbero pagare meno di elettricità": a dare l'annuncio è l'assessore regionale all'Ecologia Onofrio Introna, che ha ricevuto mandato dalla giunta ad avviare il dialogo con il governo nazionale. "La Puglia produce più energia del necessario, le tariffe agevolate - spiega - andrebbero a tutto vantaggio non solo dei cittadini, ma anche delle imprese: un incentivo ed un motivo in più per investire in Puglia". [...]

 

Fonte: "La Gazzetta del Mezzogiorno del 24 marzo 2010 (pag. VI)

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione