Martedì, Novembre 21, 2017

Italian English French German Portuguese Russian Spanish

ALLA RICERCA DEL TEMPO PERDUTO

    

CONFERENZA STAMPA

ALLA RICERCA DEL TEMPO PERDUTO

L’Osservatorio meteorologico “Luigi Ferrajolo”, in Città Vecchia, è un patrimonio della città mai abbastanza preservato.

Le Acli Provinciali di Taranto, invece, perseguendo la loro vocazione alla sussidiarietà e all’utilità sociale hanno deciso di sostenerlo con idee e azioni che puntano proprio nella direzione opposta. Per questo motivo giovedì 21 gennaio, alle 10 nella sede dell’osservatorio in via Duomo 181, sarà ufficializzato il cammino progettuale intitolato “Alla ricerca del tempo perduto”.

Non si tratta del “tempo” proustiano, certo, ma del tempo atmosferico; anche se la memoria avrà un ruolo importante.

Grazie ai fondi del “5Xmille”, infatti, le Acli Provinciali hanno deciso di preservare la mole considerevole di studi, previsioni e attrezzature oggi conservata nella sede dell’osservatorio: un patrimonio storico e scientifico di valore inestimabile, che per alcuni versi racconta la città ma che ha bisogno di essere adeguatamente catalogato.

Come meglio spiegheranno il direttore dell’osservatorio Francesco Semeraro  e il presidente delle Acli Provinciali Aldo La Fratta, il progetto “Alla ricerca del tempo perduto” avrà quattro direttrici principali, accomunate dall’obiettivo di promuovere e proteggere le attività della struttura: progettazione e realizzazione di un sito internet, sviluppo di un software per la catalogazione dei beni librari, catalogazione di tutti i beni conservati e acquisto di attrezzature necessarie a questi scopi.

In questo modo le Acli Provinciali di Taranto confermano il loro impegno diretto nella partecipazione attiva alla vita della città, restituendo alla collettività risorse preziose attraverso progetti di sviluppo concreti.

Ribatti

«RIB­ATTI» è il nome di un prog­etto ambizioso: ren­dere Taranto una città cardioprotetta.

Come? Dis­tribuendo sul ter­ri­to­rio decine di defib­ril­la­tori e for­mando quante più per­sone è pos­si­bile al loro uso cor­retto e alle prin­ci­pali tec­niche di rianimazione.

Con­quistare il cuore di un uomo o di una donna, infatti, può anche voler dire sal­var­gli la vita. Lo scopo di «RIB­ATTI», quindi, è quello di met­tere tutti nelle con­dizioni di fare la dif­ferenza. Di poter dire, insomma, «salvo una vita anch’io».

«RIB­ATTI» è frutto della col­lab­o­razione tra le Acli Taranto il diret­tore del 118 ter­ri­to­ri­ale della Asl di Taranto, il dot­tor Mario Balzanelli, con il sup­porto della «Soci­età Ital­iana Sis­temi118″.

 

Partner

   

CORSO HOSPITALITY MANAGER

DESTINATARI
All’azione formativa potranno partecipare al massimo n. 18 donne con i seguenti requisiti minimi: disoccupate/inoccupate, residenti sul territorio provinciale in possesso di diploma o laurea nel settore dei servizi alberghiero turistico ricettivi e simili; diploma o laurea in lingue.

ARTICOLAZIONE DELL’INTERVENTO FORMATIVO
Il corso avrà una durata di 300 ore di cui:
220 ore di teoria;
80 ore di stage;

IL CORSO (è completamente gratuito)
Ai partecipanti sarà fornito il materiale didattico e verrà riconosciuta un’indennità di frequenza di € 2,00 lorde per ogni ora di effettiva frequenza.

CERTIFICAZIONE FINALE
Alla fine dell’ intervento formativo sarà rilasciata la
seguente certificazione:
Attestato di specializzazione.

CRITERI DI AMMISSIONE
Il modulo di adesione è reperibile sul sito www.confcomerciotaranto.it o presso i nostri uffici in V.le Magna Grecia, 119. Gli aspiranti allievi in possesso dei requisiti, devono presentare la domanda di partecipazione al CAT SISTEMA IMPRESA CONFCOMMERCIO TARANTO in Viale Magna Grecia n. 119 - entro le ore 13.00 del 13/04/2012*. In caso di superamento del numero massimo dei partecipanti, i candidati verranno sottoposti ad apposita selezione che consiste in un test scritto e un colloquio motivazionale, in data da stabilirsi.

La Marina dismette Taranto cambia volto

Liberati 500mila metri quadri nell'area
Già progettati, parcheggi, resort e porticcioli

TARANTO - All’alba del 1900 la Marina cambiò il volto di Taranto acquisendo per gli scopi militari tutte le aree che le servivano, fronte mare e dentro la città. Oggi, dopo oltre un secolo, le esigenze sono cambiate. Gran parte di quelle aree saranno restituite e il profilo cittadino si modificherà ancora una volta. La Taranto dei prossimi trent’anni passa attraverso questo intenso e nuovo rapporto con la Marina e con il ministero della Difesa, che gestirà tutta la fase degli scambi e delle compensazioni. Da ieri esistono i presupposti perché la città recuperi spazi bellissimi ma inaccessibili, utili per uno sviluppo urbanistico completamente nuovo. La Marina Militare, in base alle direttive del governo, ha preparato l’elenco definitivo delle aree non più necessarie alle sue esigenze e le mette a disposizione. Chi le vuole, privati o enti pubblici, non ha che da trovare un accordo con Roma su base economica oppure costruendo ciò a cui rinuncia la Marina dismettendo quell’insediamento. Si tratta di 500mila metri quadrati di aree urbane, che valgono approssimativamente mezzo miliardo di euro, preservate per cent’anni dalle colate di cemento riversate su Taranto dagli anni ’50 proprio perché di pertinenza militare. Ieri mattina, di fronte al prefetto Carmela Pagano, l’ammiraglio Andrea Toscano comandante del Dipartimento dello Ionio ha presentato il piano complessivo delle dismissioni.

Leggi tutto: La Marina dismette Taranto cambia volto

Entro dicembre l'esame per diventare direttore tecnico di agenzia di viaggi

"Entro la fine dell'anno sarà pubblicato il bando per l'esame di abilitazione utile a conseguire il titolo di direttore tecnico di agenzia di viaggi": a darne notizia è l'assessore provinciale al Turismo, Giovanni Longo.
"Si tratta di una figura professionale espressamente prevista dalla normativa di settore e proprio per questa ragione, insieme alle altre cinque Province pugliesispiega Longoci siamo attivati per dare corso agli esami. A tal proposito, abbiamo anche sottoscritto una convenzione con il Formez che gestirà la fase concorsuale, d'intesa con le commissioni che nomineranno le singole Amministrazioni provinciali.
Se tutto fila liscio, entro la fine dell'anno o al massimo nel prossimo mese di gennaio attiveremo le procedure e partiremo con gli esami. Agli aspiranti direttori di agenzia viaggi offriamo quindi un'opportunità da non lasciarsi sfuggire, trattandosi di un settore in forte espansione che richiede, appunto, figure professionali altamente specializzate. Ad ogni buon conto, nelle prossime settimane – conclude l'esponente della giunta Florido – torneremo sull'argomento per fornire maggiori informazioni".

Trasporto pubblico disabili, ancora qualche giorno per presentare domanda

L'Assessore provinciale alle Politiche Sociali, Franco Gentile, ricorda che sul sito della Provincia di Taranto – www.provincia.taranto.it nella sezione Albo Pretorio è in pubblicazione dal 24 ottobre scorso l'Avviso Pubblico e la relativa modulistica, rivolto agli studenti disabili di Taranto e Provincia, iscritti e frequentanti le scuole superiori , che intendono usufruire per l'anno scolastico in corso, 2011/2012, del "Servizio Trasporto Scolastico" organizzato da questo Assessorato ai sensi della L.R. n. 4/2010.
Gli interessati possono inoltrare domanda, utilizzando i moduli predisposti – Mod. A per i residenti a Taranto e Mod. B per i residenti nei Comuni della Provincia – entro il 5 Novembre 2011 e comunque non oltre la data di scadenza della pubblicazione dell'Avviso sul Sito, fissata per il 7. 11.2011, indirizzando la domanda al Dirigente del Servizio Politiche Sociali , Via Lago di Bolsena n.2, Taranto.
Per ulteriori chiarimenti ed informazioni sono disponibili i seguenti numeri di telefono e fax - Tel. 099/7320151 – Fax 099/7320185 , ore ufficio.

Autore/Fonte: Assesorato Politiche sociali Provincia di Taranto

Comunicato Tarantovola

TARANTOVOLA.IT è una associazione; ovvero un soggetto regolarmente costituito su iniziativa di alcuni cittadini che condividono degli obiettivi precisi. Nel nostro caso gli obiettivi sono quelli di promuovere ogni utile, ma soprattutto concreta iniziativa, per favorire lo sviluppo socio economico del territorio jonico. Tarantovola.it promuove i trasporti, e in particolare quelli aerei, e per conseguenza il turismo. Non è un associazione di volontariato nè un movimento di opinione. Non raccoglie firme, adesioni, sostegno morale.
Ci sono già molti altri soggetti che stanno attivando iniziative di questo genere in riferimento all'aeroporto di Taranto (detto anche di Grottaglie- Arlotta). Lo diciamo subito, continueremo a chiamarlo aeroporto di Taranto perché di questo si tratta.
Così come l'aeroporto di Linate è detto di Milano o quello di Fiumicino è detto di Roma e così via. Del resto ufficialmente tutta la documentazione degli Enti preposti alla gestione dei voli parla di aeroporti in riferimento alla provincia. Lo diciamo solo per evitare che sul nascere possano crearsi polemiche. (il nostro territorio è maestro in queste cose). Lo spirito non è campanilistico ma pragmatico Taranto,nel bene e nel male, è un capoluogo di provincia, una città industriale (ahinoi!9), sicuramente ha un minimo di visibilità a livello europeo. Tutto quì.

Leggi tutto: Comunicato Tarantovola

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione