Mercoledì, Novembre 22, 2017

Italian English French German Portuguese Russian Spanish

La Boeing conferma investimenti in Puglia Anzi: raddoppia

PARIGI - Gli investimenti di Alenia a Foggia e a Grottaglie sono confermati e lo stesso vale per la forza lavoro impiegata nei due stabilimenti". Ad annunciarlo in una nota è la vice presidente della Regione Puglia, Loredana Capone, che ha incontrato a Parigi al salone aeronautico di Le Bourget, l'a.d. di Alenia Aeronautica, Giuseppe Giordo, che ha confermato l’importanza strategica degli investimenti a Grottaglie e a Foggia. 

"Giordo - ha detto Capone - ha garantito l’accordo con la Boeing sulla realizzazione degli stabilizzatori orizzontali per la nuova versione del B787 Dreamliner, il modello Dash 9". Il nuovo accordo, ha assicurato Giordo alla vice presidente della Puglia, è tale da assicurare ad Alenia una quantità di produzione superiore a quella che era prevista all’origine del programma, quindi l'impatto sul personale degli stabilimenti pugliesi non può che essere positivo. 

E’ molto soddisfatto l’amministratore delegato di Alenia Aeronautica, Giuseppe Giordo, dell’accordo raggiunto con Boeing per la prosecuzione della partecipazione della società di Finmeccanica al programma per il 787 Dreamliner che vede coinvolti gli stabilimenti pugliesi di Foggia e Grottaglie

Non solo ritiene che l’intesa non penalizzi Alenia, ma pensa che alla lunga i ritorni economici potrebbero essere superiori a quanto preventivato: "Il nostro business plan - ha detto durante una conferenza stampa al Salone di Le Bourget - si basava su 1.022 unità, Boeing ne ha già venduti 1.000 e secondo le loro previsioni di mercato si potrebbe arrivarne a vendere 2.700 unità. Penso quindi che saremo molto più coinvolti di quanto avessimo previsto a inizio programma". 

Giordo ha quindi detto il 787 Dreamliner "continua ad essere uno dei programmi strategici più importanti per Finmeccanica" e ha sottolineato che con l’intesa si sono raggiunti tre obiettivi importanti: mantenere una competenza tecnologica, difendere il lavoro e continuare il rapporto forte con il gruppo americano. 

"Con Boeing - ha spiegato Giordo sui termini dell’intesa - abbiamo risolto tutte le questioni ancora aperte sugli stabilizzatori orizzontali e sulle sezioni della fusoliera. Saremo unico fornitore per la serie 800 (il primo modello già in produzione del 787 ndr), fornitori per non meno del 50% per lo stabilizzatore e tutta la fusoliera della serie 900 (il nuovo modello ndr) e unico fornitore per lo stabilizzatore e la fusoliera se si dovesse fare la serie 1000. 

Verrà mantenuto il lavoro negli stabilimenti di Foggia e Grottaglie perchè siamo un’industria e non una banca e vogliamo proteggere i nostri lavoratori". Giordo ha poi ricordato che per il B787, "abbiamo ricevuto da Boeing ordini per 300 unità (stabilizzatori e parte della fusoliera ndr) e abbiamo concordato il prezzo. La quantità totale delle unità prodotte è in linea con le vendite totali". Quanto alla redditività per Alenia Aeronautica, Giordo ha spiegato: "Con questi tipi di programma il costo medio è calcolato sulla base di mille velivoli venduti. Noi per ora abbiamo accordi per 300 e oltre quella soglia la redditività aumenta".

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione